Il nuovo messaggio di Agostino Siciliano:
Solidarietà e fratellanza nell’Europa di oggi e di domani

Care colleghe e cari colleghi,

sono molto dispiaciuto e preoccupato per quello che state vivendo nei vostri Paesi, a causa della pandemia che sta causando tante migliaia di persone infette e decedute. Spero che tutti voi stiate bene.

Questa è la settimana in cui ci saremmo dovuti trovare tutti insieme a Bruxelles per la riunione dell’Esecutivo della Ferpa e invece ci troviamo ognuno nel proprio paese, probabilmente chiusi in casa per evitare questo contagioso e mortale virus, il cosiddetto Covid-19, e per rallentare la sua diffusione.

Su questa grave emergenza sanitaria che stiamo vivendo, che sta colpendo maggiormente le persone anziane, e che avrà effetti sull’economia europea e dei singoli Stati, voglio dividere con voi alcune mie considerazioni e riflessioni per cercare di trovare insieme delle strategie per poter continuare e migliorare, come Ferpa, il nostro ruolo a difesa dei milioni di anziani e pensionati europei.

Le domande che mi pongo sono:

Quando usciremo, spero presto, da questa situazione l’Europa e i singoli governi nelle loro future scelte di politica economica, di sviluppo e di ricerca, terranno conto di quanto è avvenuto per evitare che si ripeta?

Riconoscendo la gravità dell’emergenza sanitaria e il grande impegno di medici, infermieri e di tutto il personale sanitario, in prima linea per curare e salvare vite, in futuro si faranno investimenti nei sistemi sanitari pubblici per migliorarli, superando la solita logica dei tagli e delle privatizzazioni? Considerato che questa emergenza ha messo in luce carenze, difficoltà e i danni apportati in molte nazioni dai continui tagli al welfare e alla sanità pubblica.

L’Unione europea sarà in grado di fare scelte di politica economica per gestire questa crisi senza far ricadere l’onere sui lavoratori e sui pensionati come è già avvenuto con la crisi finanziaria nel 2008?

La comunità scientifica ha motivato l’alta mortalità tra le persone anziane e molto anziane con il fatto che le persone di età più elevata sono in genere più a rischio, perché con minori difese immunitarie e spesso con multipatologie. In futuro, le nazioni europee terranno conto di questa realtà e incentiveranno le politiche per promuovere un invecchiamento attivo e in salute per il maggior numero di cittadini?

Oggi non sappiamo come agiranno l’Unione europea e i governi dei nostri Paesi, e neppure quali politiche adotteranno rispetto a questi importanti temi. Ma noi dobbiamo essere pronti ad agire, come Ferpa, con le nostre richieste. Credo che molte risposte a queste mie domande siano presenti nel lavoro che stiamo facendo insieme con i dossier, che devono tener conto di quello che sta avvenendo. Dossier che permetteranno alla Ferpa di avere un ruolo più incisivo nei confronti delle Istituzioni europee.

Dobbiamo, inoltre, ripeto, vigilare affinché non vengano emanate politiche di austerità e tagli a causa della crisi a difesa dei posti di lavoro e del reddito dei lavoratori e pensionati.

Capisco quanto sia difficile per tutti noi in questo periodo, mentre si contano a migliaia i contagiati e i deceduti a causa del virus, parlare di sindacato e di dossier. Perdonate la mia intromissione, ma ho ritenuto utile farlo, per avere un contatto con voi in questo periodo buio e per rafforzare la solidarietà tra di noi attraverso un lavoro che sicuramente sarà utile per rivendicare gli interessi delle persone anziane e pensionate che rappresentiamo. Un lavoro che ci può anche aiutare a guardare oltre questa terribile pandemia, per poter arrivare alla nostra Assemblea di metà mandato di ottobre con i dossier già definiti, sui quali costruire un progetto rivendicativo condiviso.

Esprimo a tutti voi solidarietà e fratellanza, insieme a Jessica e Henri.

Un forte abbraccio .

Agostino Sicialiano
Segretario Generale Ferpa

26 marzo 2020

 

COVID-19: Il messaggio del Segretario generale della Ferpa

Care colleghe e cari colleghi,

La Commissione europea ha presentato misure di emergenza, che saranno approvate dall’Eurogruppo e dall’ECOFIN il 16 e 17 marzo, che stanzieranno risorse economiche nella lotta contro Covid-19 per garantire il funzionamento dei sistemi sanitari e con l’obiettivo di sostenere gli Stati membri affinché possano sostenere le imprese e proteggere i lavoratori dalla disoccupazione e dalla perdita di reddito, che potrebbero avere effetti permanenti.
Il Segretario Generale della CES Luca Visentini, con lettera del 13 marzo, ha invitato tutti i leader sindacali europei a fare pressione sui loro governi affinché adottino senza indugio le misure di emergenza proposte dalla Commissione Europea. Il Comitato esecutivo della CES, riunitosi a Bruxelles il 9 e 10 marzo, in una dichiarazione sull’epidemia, aveva già sottolineato la necessità di adottare misure adeguate per fermare e contenere la diffusione del virus e per gestire meglio gli effetti sulla salute, sull’economia e sull’occupazione di questa difficile situazione senza precedenti.

Per quanto riguarda più direttamente la FERPA, Covid-19, come sapete, infetta soprattutto gli anziani e le persone con gravi malattie. In Italia, ad oggi, le persone più colpite, sia in termini di positività che di decessi, sono quelle di età superiore ai 70 anni, con un picco per gli ottuagenari, che sono affetti da una certa patologia. È quindi necessario fare pressione sui governi dei nostri rispettivi Paesi affinché gli anziani, soprattutto quelli con disabilità, quelli che vivono in condizioni di fragilità e quelli che vivono da soli, ricevano un’adeguata assistenza sanitaria e sociale, affinché non si sentano più soli, discriminati e abbandonati, a causa delle misure restrittive sulla mobilità e sui rapporti sociali decise dai governi per prevenire la diffusione di questo virus contagioso.

In Italia la situazione è drammatica e sta affrontando misure drastiche e un forte richiamo al senso di responsabilità dei cittadini. Purtroppo il virus si sta diffondendo anche in altri Paesi europei e spero che potremo condividere esperienze di quanto è già stato fatto in altri Paesi, esperienze mediche e farmacologiche, protocolli diagnostici per la prevenzione, per evitare il contagio fin dall’inizio e per salvare vite umane.

Cari colleghi della FERPA, le vostre preoccupazioni sono anche le mie, ma sono convinto che insieme e con la nostra determinazione riusciremo a rafforzare la solidarietà in Europa senza alzare le frontiere, per superare al più presto questa terribile pandemia e difendere la salute di tutti i cittadini europei e in particolare degli anziani, che sono i più vulnerabili.

I miei saluti più fraterni.

Agostino SICILIANO
Segretario Generale

17 marzo 2020

————————————————————–

Presentazione di Agostino Siciliano, Segretario Generale FERPA

Cara Visitatrice e caro Visitatore,

benvenuti nel sito web della Federazione Sindacale Europea rappresentativa delle Pensionate, dei Pensionati e delle persone anziane (FERPA).

Agostino Siciliano • Segretario Generale
Agostino Siciliano • Segretario Generale

In un contesto europeo che tende a disgregarsi, la FERPA cercherà, insieme alla Confederazione Europea dei sindaati (CES), di rafforzare il suo ruolo per incidere nelle scelte di politica economica, al fine di avere un Europa:

  1. con più coesione e solidarietà;
  2. con nuovi equilibri sociali e con più unità tra i popoli;
  3. che sia in grado di migliorare le condizioni di vita di milioni di cittadini europei di qualunque età e provenienza;
  4. che garantisca il lavoro per tutti e pensioni adeguate per gli anziani, per farli continuare a vivere con dignità, diminuendo la povertà, le disuguaglianze e la disoccupazione.

A tale scopo, lo scambio di informazioni e comunicazioni è parte determinante, e pertanto la FERPA, attraverso il suo sito web, cercherà di aprire una finestra su ciò che avviene in Europa, nei singoli Paesi e nella CES.

Cara Visitatrice e caro Visitatore, “unisciti a noi!”, in quanto con il tuo contributo possiamo tentare, con più forza, di ottenere un’Europa più unita e meno burocratica, più giusta e solidale.

 

ORGANIZZAZIONI ADERENTI

next
prev

pen